87° Congresso Italiano di Esperanto

Assisi, 20–27 agosto 2021
Tema: San Francesco e la predica agli uccelli, la comunicazione tra i diversi come via di pace

Gite

Domenica, 23 Agosto 2020

Assisi
15:30 – 18:30
Costo: 15,00 €
Viaggio nel centro storico di Assisi
L’asse del fiume Tevere segnava l’antico confine tra le popolazioni degli Etruschi e degli Umbri. Le città-stato umbre giungevano fino all’Adriatico, a formare una federazione italica.

Pochi sanno che la città patria di San Francesco fu una importante località sacra, per gli Umbri prima e per i Romani poi, a causa delle sorgenti terapeutiche di cui rimane ancora traccia nelle antiche terme. L’itinerario per il centro storico di Assisi farà particolare riferimento al Tempio della Minerva (I sec. a. C.) molto ben conservato, ed al sottostante Museo Archeologico e Foro Romano, e passeggiata fino al quartiere dell’antico Anfiteatro, di cui rimane traccia nell’andamento delle tipiche case rosa assisane.

Lunedì, 24 Agosto 2020

Lago Trasimeno
09:00 – 18.30
Costo: 60,00 €
Alla scoperta del lago
Il Trasimeno offre uno scenario incantevole circondato da dolci colline. Sulle sue sponde fiorì la antica cultura degli Etruschi, nel 217 a.C. le sue rive furono il teatro della tragica e sanguinosa sconfitta subita dai Romani per opera di Annibale. Nel medioevo esso venne chiamato “il lago di Perugia”, che sottomise le sue isole ed i suoi insediamenti sin dai primi decenni del XII secolo. La visione luminosa del Trasimeno divenne nel pieno Rinascimento una componente ideale tipica dell’arte del Perugino.
La visita include due cittadine sulle rive del lago, gita in battello all’isola Maggiore con pranzo tipico e visita.
Partenza da Assisi in bus verso Castiglione del lago. Giro turistico della cittadina, situata su un promontorio affacciato sul lago Trasimeno, visita del Castello del Leone e del raffinato Palazzo della Corgna, seguendo la passeggiata panoramica lungo le mura medievali. Visita della chiesa di Santa Maria Maddalena, con l’elegante rifacimento neoclassico che rivela le sue antiche vicende costruttive. Pausa pranzo.
Imbarco su traghetto per raggiungere l’Isola Maggiore con visita al Borgo dei Pescatori, dove ancora oggi si possono osservare le donne intente a ricamare sulla soglia di casa; alla chiesa di San Michele Arcangelo, posta nel punto più alto dell’isola, che riserva, con i suoi cicli affrescati, una vera sorpresa; per finire con il percorso museale, la Casa del Capitano del Popolo, il Museo del Merletto.
Imbarco su traghetto per tornare a Castiglione del lago e poi ad Assisi.
Gubbio
14:30 – 18.30
Costo: 30,00 €
La città di Gubbio
Posta ai piedi del “colle eletto del Beato Ubaldo”, la città di Gubbio è una delle più belle per un contesto urbano che ha saputo nel corso dei secoli conservare inalterato l’aspetto medievale: l’uso diffuso della bella pietra appenninica unifica le maestose architetture del potere civile, le chiese con gli svettanti campanili fino alle caratteristiche abitazioni a torre. Ogni anno la vita cittadina si anima durante il mese di maggio con la vivacissima e “folle” Corsa dei Ceri e con altre iniziative che testimoniano l’attaccamento degli abitanti al proprio passato medievale.
Visita del centro storico di Gubbio, in particolare la Piazza ed il Palazzo dei Consoli, uno dei complessi architettonici più importanti del Medioevo italiano oggi sede del Museo Civico dove si possono ammirare tra l’altro le Tavole Eugubine, grazie alle quali si riuscì a decifrare la lingua umbra. Si proseguirà poi con la chiesa di San Francesco: costruita sul luogo dove il santo di Assisi ottenne il primo saio da un amico, che conserva interessanti affreschi del XIII e del XIV sec; con il Duomo dei Santi Giacomo e Mariano nella parte superiore della città, collegata con comodo ascensore, che presenta tratti gotici originali. Con la passeggiata nella zona di San Martino quartiere medievale lungo il torrente Camignano che conserva l’aspetto più intimo ed antico di Gubbio si terminerà la visita, e dopo un breve tempo libero per meglio conoscere l’atmosfera cittadina, si rientra ad Assisi.

Martedì, 25 Agosto 2020

Perugia-Torgiano
09.00 – 18:30
Costo: 55,00 €
Le città di Perugia e Torgiano
Perugia fu fondata dall’antico popolo degli Etruschi sulla cima di due colli attorno al VI sec. a.C. ed ebbe il suo culmine in epoca ellenistica (III a.C.) Fu conquistata da Ottaviano Augusto nel 40 a.C. e ribattezzata Augusta Perusia.
Con autobus e minimetro si raggiunge Perugia e si inizia la visita guidata al centro storico, con particolare risalto alle porte e mura etrusche. Di particolare bellezza le due porte collocate all’estremità dell’antico cardo: la Porta Marzia, ora inglobata nello sperone della cinquecentesca Rocca Paolina, e lo spettacolare Arco di Augusto, munito di possenti torrioni. Pausa pranzo.
Nel pomeriggio visita del Pozzo Etrusco, una maestosa opera idraulica del III sec. a.C. realizzata con la stessa tecnica delle mura di cinta; poi il Museo Archeologico Nazionale, la cui collezione è ospitata nel suggestivo chiostro di San Domenico.
Spostamento in bus da Perugia a Torgiano per visitare il Museo dell’olivo e dell’olio con degustazione di olio e vino.
Rientro ad Assisi
Spello
14:30 – 18:30
Costo: 20,00 €
La città di Spello
L’Umbria ha dato i natali a due tra i principali esponenti dell’arte rinascimentale: Pietro Vannucci detto il Perugino, importatore della pittura toscana nella regione, e Bernardino di Betto detto il Pinturicchio, particolarmente attivo presso i papi tra Quattro- e Cinquecento. A Spello si possono ammirare i cicli di affreschi dei due pittori.
Visita guidata al centro storico di Spello, dove il tema del Rinascimento trova riscontro negli affreschi di Pinturicchio all’interno della Collegiata di Santa Maria Maggiore (1501). Le storie dell’Infanzia di Cristo, riccamente e minuziosamente descritte come nella consuetudine del pittore, furono commissionate da un membro dei Baglioni, all’epoca signori di Perugia, a ricordare il trionfo di una fazione familiare sull’altra a seguito di una terribile faida interna passata alle cronache come “le nozze di sangue”. Un’altra opera del Pinturicchio si trova nella vicina chiesa di Sant’Andrea. Tempo libero per godere l’atmosfera cittadina.
Rientro ad Assisi

Mercoledì, 26 Agosto 2020

Cascata delle Marmore-Narni
09:00 – 18:30
Costo: 55,00 €
La cascata delle Marmore
Molti resti antichi riposano oggi nel sottosuolo delle città che hanno conosciuto una presenza umana ininterrotta. Con l’eccezione di Carsulae, sito archeologico romano non più abitata dall’epoca antica.
Visita alla Cascata delle Marmore, ottimo esempio di controllo sul territorio operato dai Romani. Le sue origini risalgono al taglio artificiale realizzato allo scopo di liberare le soprastanti terre del reatino coperte da acque stagnanti. Grazie a questa opera ingegneristica, le acque del Velino si gettano nel Nera dal III sec. a.C., ed ancora oggi si sfrutta l’energia idraulica di caduta per la produzione di energia elettrica. Dal Belvedere Inferiore il percorso in salita, tra schizzi e vapore acqueo, porta fino al Belvedere Superiore.
Proseguimento per Narni, pausa pranzo.
Visita guidata del centro storico di Narni. L’antica colonia romana di Narnia conserva un centro storico di particolare fascino, sia nella parte romana che in quella medievale. In particolare si visita la Cattedrale, la chiesa di Santa Maria Impensole; per poi esplorare la Narni sotterranea ed in particolare la chiesa sotterranea e la cantina dell’Inquisizione.
La visita si conclude con una bicchierata a base di vino e specialità locali.
Rientro ad Assisi.
Todi-Orvieto
09:00 – 18:30
Costo: 55,00 €
Le città di Todi e Orvieto
Il tessuto urbano delle città umbre è prevalentemente medievale, con la presenza di numerosi edifici e chiese romaniche o gotiche. Esistono però delle eccezioni notevoli legate al periodo tra Quattro- e Cinquecento.
Si inizia da Todi, dal netto sapore medioevale, dopo pranzo si raggiunge Orvieto, dove sono numerose le testimonianze etrusche presenti sulla rupe orvietana. La visita ci guiderà all’interno della città, fino al Duomo, per ammirare i capolavori che vi sono conservati.

Arrivati a Todi, prima di affrontare l’itinerario urbano vero e proprio, dal netto sapore medievale, sosta al tempio di Santa Maria della Consolazione, raro esempio di architettura progettata nel Rinascimento secondo una impostazione bramantesca. Sorto a celebrare un miracolo, l’edificio presenta pianta centrale a croce greca, e una cupola che spicca nel panorama della città. Visita del centro storico di Todi iniziando dalla piazza del Popolo, dove si ergono il Palazzo dei Priori del 1337, il Palazzo del Popolo, in stile gotico, il Palazzo del Capitano del Popolo dove sono ospitati la Pinacoteca e il Museo etrusco-romano.
Pausa pranzo
POMERIGGIO:
trasferimento ad Orvieto con visita ad uno straordinario sito archeologico, la Necropoli del Crocefisso del Tufo, dove è possibile ricostruire il tessuto sociale degli Etruschi, per poi salire al centro storico per visitare il Duomo con gli affreschi del Beato Angelico e di Luca Signorelli.
Rientro ad Assisi

Giovedì, 27 Agosto 2020

Spoleto-Bevagna
09:00 – 18:30
Costo: 55,00 €
Le città di Spoleto e Bevagna
Quella particolare porzione di Umbria compresa tra Assisi e Spoleto ha conosciuto uno straordinario sviluppo dell’architettura romanica, particolarmente pregevole perché inserita nell’affascinante tessuto delle città medievali.
L’itinerario guidato di Spoleto tocca due eccezionali esempi di arte romanica, il primo riguarda la chiesa di San Pietro extra-moenia, costruita come sepoltura vescovile e decorata da bassorilievi in facciata espressione della cultura e della religiosità medievale. Fulcro della visita è senz’altro la Cattedrale di Santa Maria Assunta, dall’interessantissimo iter storico-artistico. Oltre alla facciata, anche il pavimento musivo interno rivela l’origine romanica (1198). Di particolare rilievo il crocifisso di “Sozio” (XII sec.) e gli affreschi di Filippo Lippi.
Trasferimento al Tempietto del Clitunno, prezioso luogo di culto, secondo alcuni paleocristiano, secondo altri di epoca longobarda, costituito con materiali di reimpiego da antichi templi sacri al fiume Clitunno.
Pausa pranzo
Visita guidata al centro storico di Bevagna, dove nella centrale piazza Silvestri si trovano due gioielli di epoca romanica, le chiese di San Silvestro e San Michele Arcangelo. Il fitto rapporto, a volte conflittuale, tra Impero e Papato dell’epoca, ha lasciato traccia indelebile nelle sculture e nelle iscrizioni delle architetture.
Rientro in Assisi
Montefalco
14:30 – 18:30
Costo: 25,00 €
Montefalco + Itinerari del Sagrantino
La prossimità con la Toscana ha indotto molti committenti locali a rivolgersi ai pittori di quella terra per abbellire chiese e luoghi sacri.
Montefalco è un tipico esempio di ciò, con interessanti opere conservate nel Museo di San Francesco, cui seguirà, una degustazione di vino Sagrantino.
Visita della centrale piazza del Comune, di forma circolare, per giungere alla chiesa ed al Museo di San Francesco dove si trovano interessanti opere rinascimentali come gli affreschi di Benozzo Gozzoli; trasferimento poi alla Fattoria Colsanto con visita guidata della cantina e dei vigneti e degustazione di 4 etichette di vino, accompagnata da grissini, stuzzichini e taralli.
Rientro ad Assisi.

Venerdì, 28 Agosto 2020

Grotta di Monte Cucco
09:00 – 12:30
Costo: 30,00 €
Grotta di Monte Cucco
Come ultima gita proponiamo un’escursione un po’ diversa, alle Grotte di Monte Cucco. Il percorso prevede una passeggiata di un paio di chilometri su un comodo sentiero che ci porterà all’ingresso della grotta a 27 metri di profondità, attrezzato con una scala metallica; da qui attraverso un percorso interno su terra, scale e passerelle in acciaio si raggiungono enormi sale.
L’autobus ci porterà al comune di Sigillo, sino a Pian di Monte (1197 metri s.l.m.) da cui percorrendo un comodo sentiero, con un dislivello di 193 metri e una lunghezza di circa 1800 mt, si raggiunge l’Ingresso Est della Grotta, posto a 1.390 metri di altezza s.l.m.
L’accesso in Grotta avviene attraverso il Pozzo Miliani, 27 metri di profondità, attrezzato con una scala metallica; da qui attraverso un percorso interno su terra, scale e passerelle in acciaio si raggiungono enormi sale in rapida successione: la Cattedrale, la Sala Margherita e la Sala del Becco. Da quest’ultima, si ritorna, attraverso lo stesso percorso, al punto di partenza (Ingresso Est).
Rientro ad Assisi.
Gita sconsigliata a persone con problemi deambulatori; necessarie scarpe chiuse adatte e giacca impermeabile.