87-a Itala Kongreso de Esperanto

Assisi, 22-29 agosto 2020
Tema: San Francesco e la predica agli uccelli, la comunicazione tra i diversi come via di pace

Gite

Assisi – Pomeriggio

Domenica, 23 Agosto 2020, 14:00 ptm
Viaggio nel centro storico di Assisi
L’asse del fiume Tevere segnava l’antico confine tra le popolazioni degli Etruschi e degli Umbri. Le città-stato umbre giungevano fino all’Adriatico, a formare una federazione italica.
Nella nostra regione si svilupparono importanti centri come Ikuvium (Gubbio), Tutere (Todi), Spoletium, Asisium, Narnia. Queste località conobbero presto la colonizzazione Romana.
L’itinerario per il centro storico di Assisi farà particolare riferimento al Tempio della Minerva (I sec. a. C.) molto ben conservato, ed al sottostante Museo Archeologico e Foro Romano;
passeggiata all’antico Anfiteatro, di cui rimane traccia nell’andamento delle tipiche case rosa assisane.

Lago Trasimeno – Tutto il giorno

Lunedì, 24 Agosto 2020, 09:00 ptm
Alla scoperta del lago
Il Trasimeno offre uno scenario incantevole circondato da dolci colline. Sulle sue sponde fiorì la antica cultura degli Etruschi, nel 217 a.C. le sue rive furono il teatro della tragica e sanguinosa sconfitta subita dai Romani per opera di Annibale. Nel medioevo esso venne chiamato “il lago di Perugia”, che sottomise le sue isole ed i suoi insediamenti sin dai primi decenni del XII secolo. La visione luminosa del Trasimeno divenne nel pieno Rinascimento una componente ideale tipica dell’arte del Perugino.
La visita include due cittadine sulle rive del lago, gita in battello all’isola Maggiore con pranzo tipico e visita.

Gubbio – Pomeriggio

Lunedì, 24 Agosto 2020, 14:00 ptm
La città di Gubbio
Posta ai piedi del “colle eletto del Beato Ubaldo”, la città di Gubbio è una delle più belle per un contesto urbano che ha saputo nel corso dei secoli conservare inalterato l’aspetto medievale: l’uso diffuso della bella pietra appenninica unifica le maestose architetture del potere civile, le chiese con gli svettanti campanili fino alle caratteristiche abitazioni a torre. Ogni anno la vita cittadina si anima durante il mese di maggio con la vivacissima e “folle” Corsa dei Ceri e con altre iniziative che testimoniano l’attaccamento degli abitanti al proprio passato medievale.

Perugia-Torgiano – Tutto il giorno

Martedì, 25 Agosto 2020, 09:00 ptm
Le città di Perugia e Torgiano
Perugia fu fondata dall’antico popolo degli Etruschi sulla cima di due colli attorno al VI sec. a.C. ed ebbe il suo culmine in epoca ellenistica (III a.C.) Fu conquistata da Ottaviano Augusto nel 40 a.C. e ribattezzata Augusta Perusia.
Pranzo a Perugia, nel pomeriggio visita al Museo dell’olivo e dell’olio a Torgiano, con degustazione di vino ed olio.

Spello – Pomeriggio

Martedì, 25 Agosto 2020, 14:00 ptm
La città di Spello
L’Umbria ha dato i natali a due tra i principali esponenti dell’arte rinascimentale: Pietro Vannucci detto il Perugino, importatore della pittura toscana nella regione, e Bernardino di Betto detto il Pinturicchio, particolarmente attivo presso i papi tra Quattro- e Cinquecento. A Spello si possono ammirare i cicli di affreschi dei due pittori.

Carsulae-Cascata delle Marmore-Narni – Tutto il giorno

Mercoledì, 26 Agosto 2020, 09:00 ptm
La cascata delle Marmore
Molti resti antichi riposano oggi nel sottosuolo delle città che hanno conosciuto una presenza umana ininterrotta. Con l’eccezione di Carsulae, sito archeologico romano non più abitata dall’epoca antica. A seguire, la più nota attrattiva naturalistica dell’Umbria, frutto non dell’azione della natura, ma dell’ingegno dei Romani: la Cascata delle Marmore. Dopo il pranzo nel pomeriggio visita di Narni, antica colonia romana che conserva un centro storico di particolare fascino.

Todi-Orvieto – Tutto il giorno

Mercoledì, 26 Agosto 2020, 09:00 ptm
Le città di Todi e Orvieto
Il tessuto urbano delle città umbre è prevalentemente medievale, con la presenza di numerosi edifici e chiese romaniche o gotiche. Esistono però delle eccezioni notevoli legate al periodo tra Quattro- e Cinquecento.
Si inizia da Todi, dal netto sapore medioevale, dopo pranzo si raggiunge Orvieto, dove sono numerose le testimonianze etrusche presenti sulla rupe orvietana. La visita ci guiderà all’interno della città, fino al Duomo, per ammirare i capolavori che vi sono conservati.

Spoleto-Bevagna – Tutto il giorno

Giovedì, 27 Agosto 2020, 09:00 ptm
Le città di Spoleto e Bevagna
Quella particolare porzione di Umbria compresa tra Assisi e Spoleto ha conosciuto uno straordinario sviluppo dell’architettura romanica, particolarmente pregevole perché inserita nell’affascinante tessuto delle città medievali.
La gita inizia a Spoleto da due eccezionali esempi di arte romanica, uno all’esterno ed uno al centro della città: la Cattedrale di Santa Maria Assunta, dall’interessantissimo iter storico-artistico.
Lungo il tragitto per la tappa successiva, sosta al Tempietto del Clitunno, un prezioso luogo di culto, secondo alcuni paleocristiano, secondo altri di epoca longobarda, costituito con materiali di reimpiego da antichi templi sacri al fiume Clitunno. Pausa pranzo, quindi in autobus si raggiunge Bevagna, dove si trovano due gioielli di epoca romanica, le chiese di San Silvestro e San Michele Arcangelo. Il fitto rapporto, a volte conflittuale, tra Impero e Papato dell’epoca, ha lasciato traccia indelebile nelle sculture e nelle iscrizioni delle architetture. La giornata terminerà con una degustazione di prodotti locali.

Montefalco – Mezza giornata

Giovedì, 27 Agosto 2020, 14:00 ptm
Montefalco + Itinerari del Sagrantino
La prossimità con la Toscana ha indotto molti committenti locali a rivolgersi ai pittori di quella terra per abbellire chiese e luoghi sacri.
Montefalco è un tipico esempio di ciò, con interessanti opere conservate nel Museo di San Francesco, cui seguirà, una degustazione di vino Sagrantino.

Grotta di Monte Cucco- Mezza giornata-mattina

Venerdì, 28 Agosto 2020, 09:00 ptm
Grotta di Monte Cucco
Come ultima gita proponiamo un’escursione un po’ diversa, alle Grotte di Monte Cucco. Il percorso prevede una passeggiata di un paio di chilometri su un comodo sentiero che ci porterà all’ingresso della grotta a 27 metri di profondità, attrezzato con una scala metallica; da qui attraverso un percorso interno su terra, scale e passerelle in acciaio si raggiungono enormi sale.