84° CONGRESSO ITALIANO D’ESPERANTO Heraclea (Matera)  26 Agosto -  02 Settembre  2017

© Federazione Italiana d’Esperanto  Via Villoresi, 38  20143 Milano   C.F. 80095770014

Domenica, 27 agosto 2017 14,30 – 19,30 POLICORO/ANGLONA/TURSI Visita del Museo Nazionale della Siritide di Policoro e proseguimento per il Santuario di S. Maria di Anglona, uno dei più famosi monumenti medievali della regione, che secondo la tradizione fu costruito nel XII secolo sul sito della greca Pandosia. Proseguimento per Tursi, visita della Rabatana o Arabatana, rione del paese abitato dagli arabi. Degustazione di prodotti locali presso il palazzo dei Poeti. Lunedì, 28 agosto 2017 14,30 – 19,30 MATERA Città riconosciuta nel 1993 “Patrimonio mondiale UNESCO” per l’unicità dei ‘Sassi’, antichi rioni le cui case sono state scavate nella roccia calcarea. Visita al Sasso Caveoso, in particolare al Rione Malve e Rione Casalnuovo, due tra i più storici Rioni. Nel corso della visita sarà possibile visitare la Casa Grotta, tipicamente arredata, che mostra come era organizzata la vita familiare nelle case dei Sassi, descritta da Carlo Levi nel libro “Cristo si è fermato ad Eboli”, la cantina storica del 1700, la cripta rupestre. Si visiteranno alcuni siti utilizzati da Mel Gibson durante le riprese del film “La passione di Cristo”. L’escursione si conclude con la degustazione di prodotti tipici locali, espressione anch’essi di cultura e tradizioni popolari. Martedì, 29 agosto 2017    8,30 – 19,30  MARATEA / LAURIA / RIVELLO Maratea è definita la perla del Mar Tirreno. Visita a piedi del centro storico ad impianto medievale, con antiche case ornate di logge e portalini, ammassate tra loro e divise solo da stretti vicoli ed angiporti. Si prosegue visitando il santuario di San Biagio (644 mt/slm) e il Cristo Redentore, dove si potrà ammirare uno stupendo panorama naturale. Segue visita di lauria, il più importante centro della Valle del Noce, legato all’attore e regista Rocco Papaleo, che proprio a Lauria ha girato alcune scene del film “Basilicata Coast to Coast”; è composto da due nuclei, Lauria Superiore con il castello e Lauria Inferiore con il Borgo, separati dall’antico quartiere Ravita. Si prosegue per Rivello, borgo armonioso dalla posizione panoramica, che regala al visitatore viste mozzafiato. Martedì, 29 agosto 2017 14,30 – 19,30   Gita ad ALIANO e partecipazione alla tavola rotonda nel Parco Letterario Carlo Levi (costo 25 euro) Quest’anno il congresso ha luogo in Basilicata, dove hanno la propria sede diversi Parchi Letterari, riuniti nell’ Ente Parchi Letterari, costola della prestigiosa associazione Dante Alighieri. Il relatore ufficiale del congresso, l’ambasciatore Giorgio Novello, collabora con questo Ente per organizzare gemellaggi tra parchi letterari italiani e norvegesi. Quest’anno l’evento aperto al pubblico che tradizionalmente la FEI organizza nell’ambito del congresso, si svolgerà in un Parco Letterario e si presenteranno il valore ed il ruolo della letteratura regionale per la conoscenza delle proprie radici culturali. Martedì pomeriggio dalle 17.00 alle 19.00 i congressisti saranno ospiti del Parco Letterario Carlo Levi, ad Aliano, non molto distante dalla sede congressuale. Carlo Levi, pittore e scrittore (chi non conosce il romanzo Cristo si è fermato ad Eboli?) durante il periodo fascista fu mandato al confino in questo paese, lontano dai suoi compagni di lotta. Martedì pomeriggio, 29 agosto, una escursione partirà alle ore 14,30 e porterà i congressisti ad Aliano, per permettere di vedere l’unico ed impareggiabile panorama dei calanchi, visitare i luoghi più significativi, presentati, con targhe appese ai muri, dalle parole stesse dell’artista, il museo di opere pittoriche di Carlo Levi, il museo della civiltà contadina – al piano terra dell’appartamento occupato da Levi durante il confino, anche questo visitabile, si potrà rimanere stupiti e fotografare la “casa con gli occhi” ed altro ancora. E poi partecipare al dibattito cui parteciperanno il dott. Stanislao De Marsanich, presidente dell’Ente Parchi Letterari Italiani, la prof.ssa Neria De Giovanni, presidente dell’associazione critici letterari, il dott. Raffaele Nigro, giornalista e scrittore, il prof. Carlo Minnaja, uno dei validi esperantisti in campo culturale, alcuni autori lucani (Lucania è l’antico nome della regione Basilicata) le cui opere sono state scelte dal prof. Minnaja per l’antologia lucana, in lingua esperanto, che sarà presentata in tale occasione. Mercoledì, 30 agosto 2017 8,30 – 19,30 MATERA / MOTESCAGLIOSO Matera, capitale della cultura nel 2019. Visita guidata della città con particolare attenzione ai famosi Sassi, dichiarati Patrimonio UNESCO nel 1993. Durante la mattinata si visiteranno diverse strutture: casa grotta tipicamente arredata, cripta rupestre, cantina storica el 1700, casa Noha, bene del FAI, all’interno della quale si potrà vedere il filmato “Dalla vergogna d’Italia a Matera capitale della Cultura”. Nel primo pomeriggio si raggiunge Montescaglioso per visitare l’abbazia benedettina di San Michele Arcangelo, la più importante della regione. Mercoledì, 30 agosto 2017  8,30 – 19,30 GALLIPOLI-COGNATO / CASTELMEZZANO A Gallipoli-cognato è famosa per ‘Le piccole dolomiti lucane” con un interessante centro naturalistico di cui si visita il giardino delle erbe officinali, l’orto botanico e l’olfatoteca. Si prosegue quindi per Castelmezzano (900 mt. slm) uno tra i più bei Borghi d’Italia. Ai partecipanti  vengono illustrate le caratteristiche geografiche, sociali e storiche del borgo, davanti ad uno splendido scenario, godibile da Piazza Emilio Caizzo, balcone naturale che si apre su un paese disposto ad anfiteatro, la cui illuminazione notturna lo fa sembrare un presepe naturale. Si visita quindi la Chiesa Madre, Santa maria dell’Olmo, risalente al 1544. I segni dell’ordine dei Templari sono oggetto della visita guidata, dallo stemma comunale, alla toponomastica delle strade. La visita conduce i partecipanti tra i vicoli molto caratteristici del borgo fino a raggiungere i ruderi della Fortezza Normanna, dove si possono ammirare i gradini scavati nella roccia, che portavano ad un punto di avvistamento normanno, da qui è possibile scorgere il golfo di Taranto. Giovedì, 31 agosto 2017    8,30 – 19,30 MARTINA FRANCA / ALBEROBELLO / LOCOROTONDO Questa escursione porta i partecipanti nella vicina regione Puglia, iniziando da Martina Franca, con un importante centro storico. Si raggiunge quindi Alberobello, sito UNESCO dal 1996, famosa per i suoi Trulli (più di 1400!), un’architettura tipica che utilizza pietre a secco, ossia senza utilizzo di malta, per la costruzione di edifici dal caratteristico tetto a cono, che sopravvivono intatti e funzionali dai secoli passati. Molti sono ancora utilizzati come abitazione, mentre altri come ristoranti, negozi e piccola ricettività turistica. Nei due antichi rioni di Aia Piccola e Monti sarà possibile visitare il Trullo Sovrano, monumento nazionale, per comprendere la vita passata e conoscere l’arredamento tipico. Si prosegue quindi per Locorotondo, il cui nome deriva dalla pianta circolare del suo centro storico, visitando questo caratteristico borgo, uno dei più belli d’Italia, famoso anche per i suoi vini e le case bianche con il tetto a ‘pignon’ od a ‘cummersa’, ossia un altro tipo di architettura a secco. Giovedì, 31 agosto 2017   14,30 – 19,30 MONTALBANO JONICO / PISTICCI Montalbano Jonico è una cittadina della Collina materana, le cui origini risalgono al III secolo a.C., intorno al 2080, anno della famosa battaglia di Heraclea, allorché il re Pirro, con l’aiuto dei suoi elefanti e degli alleati tarentini, sconfisse le legioni di Roma. Visita al centro storico, dove si trova il Fondo Antico, sito del palazzo Rondinella con 8893 unità bibliografiche, relative ad un periodo che va dal 1501 al 1900 ed il museo della Civiltà contadina, al cui interno si possono ammirare oltre 300 oggetti, suddivisi in 11 isole espositive che ripropongono, in maniera scenografica, la vita contadina. La visita si conclude presso la Piazzetta del Belvedere per ammirare lo splendido scenario dei calanchi. Si prosegui quindi per Pisticci, la ‘città bianca’, per il suo manipolo di candide casette dai tetti rossi tutte allineate su lunghe file, che costituiscono la rarità urbanistica del suggestivo rione Dirupo, incluso tra le 100 meraviglie d’Italia da salvaguardare. Intorno a Pisticci si dipanano meraviglie naturalistiche argillose, tipiche di questo territorio lucano, denominate calanchi. Venerdì, 1 settembre 2017 14,30 – 19,30 METAPONTO / BERNALDA Visita delle Tavole Palatine, nome con cui si indicano i resti del tempio extraurbano dedicato ad Hera, realizzato in stile dorico nel 530 a.C. Visita del museo archeologico statale di Metaponto e quindi si continua per Bernalda, di cui si visita centro storico, con la chiesa del Carmelo; vicino al castello si trova la chiesa di San Bernardino, in mattoni rossi e con cupole bizantine.